Lombardia – D.G.R. 4 dicembre 2017 – n. X/7477

Le modifiche apportate riguardano principalmente l’Allegato I [“Appendice relativa a criteri e modalità per la redazione della documentazione di previsione di impatto acustico dei circoli privati e pubblici esercizi“], il quale va a sostituire l’appendice corrispondente dell’allegato alla deliberazione di Giunta regionale 8 marzo 2002, n. VII/8313 come modificata dalla deliberazione di Giunta regionale 10 gennaio 2014, n. X/1217.

Le modifiche

A)   Documentazione predisposta in forma semplificata di dichiarazione sostitutiva resa dal titolare/gestore del circolo privato o pubblico esercizio [non richiesta valutazione da parte di tecnico competente]

Sono stati leggermente modificati i 3 casi, in nessuno è più inserita la condizione “non vengono svolti intrattenimenti danzanti”.

Inoltre al caso 2) sono state aggiunte le parti di seguito sottolineate alle lettere a) e b):

a)       Strutturalmente NON connesso con edifici con destinazione d’uso residenziale, comprese le strutture socio sanitarie e assistenziali a carattere residenziale.

b)       Situato a più di 50 metri da edifici ad uso residenziale, comprese le strutture socio sanitarie e assistenziali a carattere residenziale.

Al caso 3) invece, sono state modificate le lettere a) ed e) come segue:

a)       Assenza di impianti di diffusione sonora con potenza complessiva (non computando i televisori nel calcolo) superiore a 100 watt RMS e assenza di subwoofer.

Precedentemente la potenza non doveva essere superiore a 50 watt.

e)       Assenza di impianti di trattamento dell’aria installati in ambiente esterno oppure presenza di un unico impianto di trattamento dell’aria installato in ambiente esterno o di impianto centralizzato non ad uso esclusivo del pubblico esercizio.

Precedentemente veniva specificato che l’impianto unico di trattamento dell’aria installato in ambiente esterno, doveva essere dotato di certificazione di emissione massima ad 1 metro di distanza non superiore a 50 dB(A), e non veniva preso il considerazione l’impianto centralizzato non ad uso esclusivo del pubblico esercizio.

B)  Documentazione redatta da tecnico competente in acustica ambientale

Viene specificato nel punto h) che i ricettori sono di tipo residenziale (comprese le strutture socio sanitarie ed assistenziali a carattere residenziale).

Viene aggiunto il punto k): “al termine della valutazione previsionale di impatto acustico il tecnico competente dovrà predisporre una tabella conclusiva che evidenzi il rispetto in via previsionale da parte delle diverse sorgenti sonore del pubblico esercizio dei limiti di rumore previsti dalla normativa presso i recettori. In caso di plateatico esterno dovrà essere presentata una tabella conclusiva specifica per la pertinenza esterna.”

-> Vedi l’allegato come modificato dalla DGR 4 dicembre 2017 – n. X/7477: Allegato DGR X/7477 Lombardia impatto circoli esercizi

-> Per maggiori informazioni: contattaci.

[A cura di: Dott.ssa Giulia Magnani – Syrios Srl]