Denuncia (comunicazione) infortuni – 2017

Denuncia infortuni INAILDal 12 ottobre 2017 entra in vigore l’obbligo di comunicazione dei dati relativi agli infortuni sul lavoro che comportano l’assenza del lavoratore per almeno 1 giorno, oltre a quello concomitante l’evento.

I dati così raccolti andranno a confluire nel Sistema Informatico Nazionale per la Prevenzione nei luoghi di lavoro (SINP), istituito dall’articolo 8 del decreto legislativo 81/2008 e gestito da INAIL, con lo scopo di raccogliere dati utili a fini statistici in ambito di prevenzione e protezione dagli infortuni sul lavoro e dalle malattie professionali.

Riduzione del periodo di assenza che fa scattare l’obbligo

Il periodo di assenza che fa scattare l’obbligo si riduce quindi dai tre giorni ad un solo giorno.

Il datore di lavoro avrà quindi il dovere di comunicare a INAIL i dati relativi agli infortuni sul lavoro entro 48 ore dall’invio del certificato medico. In caso di mancata comunicazione, l’articolo 55 del D.Lgs 81/2008 prevede una sanzione amministrativa pecuniaria da 1.096,00 € a 4.932,00 €.

Modalità di comunicazione

La comunicazione dovrà avvenire esclusivamente per via telematica e dovrà contenere i dati riportati nell’allegato A al DM 183/2016.

Riferimenti normativi:

  • 8 del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n.81 – Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro;
  • Decreto 25 maggio 2016, n. 183 – Regolamento recante regole tecniche per la realizzazione i il funzionamento del SINP, nonché le regole per il trattamento dei dati.

Si ricorda che, come specificato da INAIL, “in caso di infortunio, anche in itinere e a prescindere dalla prognosi, il lavoratore deve immediatamente avvisare o far avvisare, nel caso in cui non potesse, il proprio datore di lavoro. La segnalazione dell’infortunio deve essere fatta anche nel caso di lesioni di lieve entità. In base alla gravità dell’infortunio, il lavoratore può:

  • rivolgersi al medico dell’azienda, se è presente nel luogo di lavoro
  • recarsi o farsi accompagnare al Pronto soccorso nell’ospedale più vicino
  • rivolgersi al suo medico curante.

In ogni caso, occorre spiegare al medico come e dove è avvenuto l’infortunio.”

-> Vedi anche: INAIL: comunicazione infortunio

 

[a cura di: Dott. Matteo Vasapollo]



Devi  aggiornare la valutazione dei rischi?

Devi misurare rumore, vibrazioni, campi elettromagnetici, radiazioni ottiche artificiali o agenti chimici in ambiente di lavoro?

Devi formare i tuoi addetti o ti serve assistenza?
 


Pagine a cura di:

Le nostre attività

Principali aree di intervento:


Cerchi un corso?

Richiedi informazioni senza impegno


Vedi anche...

Air-view.it - riprese aeree con droni

Riprese aeree, ispezioni e monitoraggio
con l'uso di SAPR (Sistemi aeromobili a pilotaggio remoto)

www.air-view.it - info@air-view.it

Tutte le notizie