Regione Lombardia | AUA POINT

Come già anticipato con questo articolo, con la DGR 2481 del 18/11/2019, la Regione Lombardia ha introdotto un nuovo portale, denominato “AUA POINT”, finalizzato alla trasmissione dei dati di autocontrollo relativi alle autorizzazioni ambientali per le aziende NON soggette ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA).

L’AUA POINT è stato introdotto per creare un portale analogo ad “AIDA”, utilizzato già da anni dalle aziende soggette ad AIA.

Inizialmente, come previsto dalla DGR 2481/2019, il portale era stato avviato in via sperimentale per l’anno 2020, per entrare ufficialmente in uso a partire dall’inizio del 2021. Poi, a causa della pandemia di SARS-CoV-2, la Regione ha previsto di prorogare il periodo di sperimentazione a tutto il 2021, mediante la DGR 4027 del 14/12/2020.

Recentemente, la Regione Lombardia ha pubblicato la DGR 5773 del 21/12/2021 che, a partire dall’inizio del 2022, sostituisce e abroga le precedenti DGR pubblicate in materia di AUA POINT.

Quali novità sono state introdotte dalla nuova DGR?

Rispetto alle delibere precedenti, con la nuova DGR a partire dall’anno 2022 viene introdotto l’obbligo di registrazione e compilazione dell’AUA POINT per tutte le aziende in possesso di autorizzazione di carattere generale, ai sensi dell’art. 272, comma 2 del D.lgs. 152/2006 (le cosiddette aziende con autorizzazione “in deroga” per le emissioni in atmosfera).

Per tutte le altre tipologie di autorizzazione (ad es. AUA), per tutto l’anno 2022 l’adesione al Portale è volontaria.

Quando diventerà obbligatorio?

L’entrata in vigore dell’obbligo di utilizzo dell’AUA POINT dipende dal regime autorizzativo a cui l’azienda è soggetta.

Come accennato in precedenza, per tutte le aziende in possesso di autorizzazione di carattere generale, ai sensi dell’art. 272, comma 2 del D.lgs. 152/2006, l’obbligo parte dall’anno 2022.

Nel 2023 scatterà l’obbligo anche per:

  • aziende in possesso di autorizzazione ai sensi dell’art. 269 del D.lgs. 152/2006;
  • aziende in possesso di AUA contenenti scarichi idrici industriali e/o emissioni in atmosfera;
  • aziende in possesso di autorizzazioni settoriali ex art. 269 o 124 del D.lgs. 152/2006.

Infine, nel 2024 il Portale diventerà obbligatorio anche per:

  • aziende esercenti impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili (es. impianti di biogas), autorizzate ai sensi dell’art. 12 del D.lgs. 387/2003;
  • aziende esercenti impianti di stoccaggio e/o trattamento rifiuti, autorizzate ai sensi dell’art. 208 del D.lgs. 152/2006;
  • aziende in possesso di Autorizzazione Unica da fonti energetiche convenzionali, ai sensi dell’art. 8 del D.lgs. 115/2008.

Entro quando vanno inseriti i dati sul Portale AUA POINT?

All’interno della DGR, si specifica che i dati relativi ad un determinato anno solare devono essere caricati entro il 31 marzo dell’anno successivo. Dopo tale data, non sarà più possibile inserire o modificare alcun dato, in quanto il Portale convalida (cioè “blocca”) le informazioni inserite per l’anno solare precedente.

Ciò significa che le aziende in possesso di autorizzazione di carattere generale, aventi l’obbligo di inserire nel Portale i dati dell’anno solare 2022, avranno tempo fino al 31 marzo 2023 per caricare i dati e le informazioni necessarie.

Quali dati inserire sul Portale AUA POINT?

I dati da inserire variano a seconda del tipo di attività svolta e dalle prescrizioni autorizzative di ciascuna azienda. In generale, sul Portale andranno inseriti tutti i dati relativi a:

  • emissioni in atmosfera convogliate;
  • bilancio di massa COV ex. art.272 (se previsto);
  • emissioni diffuse da lavorazioni meccaniche (allegato 32 della DGR 983/2018);
  • piano gestione solventi (se previsto);
  • scarichi acque industriali;
  • scarichi acque meteoriche.

Ad es. se l’azienda è obbligata ad effettuare i campionamenti con le emissioni in atmosfera, sul Portale AUA POINT andranno inseriti i dati relativamente ai campionamenti effettuati (portata rilevata, concentrazione inquinante rilevata, ecc.).

Come fare per inserire i dati?

Per l’inserimento dei dati è necessario accedere al portale AUA POINT attraverso il seguente link: www.arpalombardia.it/AUAPOINT.

La prima volta che si accede al portale, sarà necessario compilare una scheda sull’anagrafica dell’azienda (tramite il pulsante “inizia”) e sulla tipologia di autorizzazione in possesso; una volta compilata tale scheda il sistema, tramite una mail, fornirà le credenziali necessarie per l’accesso, da conservare.

In caso di dubbi, si rimanda alla sezione FAQ del sito di ARPA, disponibile a questo link.

[A cura di Ing. Davide Marcheselli – Syrios Srl]

Pagine a cura di:

Via M. Teresa di Calcutta, 4/E
46023 Gonzaga (Mantova)
www.syrios.it - info@syrios.it


Approfitta dei nostri corsi online!

Vai alla pagina dedicata

Corsi online | Massima semplicità
tempi di attivazione immediati


I nostri servizi

    • Domande di autorizzazione emissioni
    • Domande di AUA
    • Controllo emissioni in atmosfera
    • Presentazione MUD
    • Consulenza rifiuti
    • Consulenza REACH e sostanze pericolose
    • Certificazione ISO 14001
       


Le nostre attività

Approfitta dei nostri corsi online!

Vai alla pagina dedicata

Corsi online | Massima semplicità
tempi di attivazione immediati


Tutte le notizie