MUD – Modello unico di dichiarazione ambientale 2022

MUD 2022: tempistiche di presentazione della dichiarazione

Il DPCM del 17 dicembre 2021 approva e definisce le specifiche del modello unico di dichiarazione ambientale 2022, da presentare entro il 21 maggio 2022.

Cos’è il MUD

Il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD) è una comunicazione che enti ed imprese devono presentare annualmente, nella quale indicare la quantità e la tipologia di rifiuti che hanno prodotto e/o gestito nel corso dell’anno precedente.

mud rifiuti presentazione 2018 2019

Il MUD è articolato in sei Comunicazioni che vanno ad identificare le tipologie di rifiuti per cui è necessario presentare il modello.

  • Comunicazione Rifiuti
  • Comunicazione Veicoli Fuori Uso
  • Comunicazione Imballaggi, sezione Consorzi e sezione Gestori rifiuti di imballaggio
  • Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati E Raccolti In Convenzione
  • Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

Chi è obbligato?

I soggetti obbligati alla presentazione del MUD sono i seguenti.

Comunicazione Rifiuti

  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti
  • Commercianti e intermediari di rifiuti senza detenzione
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento di rifiuti
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g) del D.lgs.152/2006 che hanno più di dieci dipendenti
  • Consorzi e sistemi riconosciuti istituiti per il recupero e riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti, a esclusione dei Consorzi e sistemi istituiti per il recupero e riciclaggio dei rifiuti di imballaggio che sono tenuti alla compilazione della Comunicazione Imballaggi
  • Gestori del servizio pubblico di raccolta, del circuito organizzato di raccolta di cui all’articolo 183 comma 1 lettera pp) del D.lgs. 152/2006, con riferimento ai rifiuti conferitigli dai produttori di rifiuti speciali, ai sensi dell’articolo 189, comma 4, del D.lgs. 152/2006.

In determinati casi sono previsti esoneri che tuttavia non sono oggetto del presente approfondimento.

Comunicazione Veicoli fuori uso

Tutti i soggetti che effettuano le attività di raccolta, trasporto, trattamento e di recupero dei veicoli fuori uso di cui all’articolo 7, comma 2 bis e all’articolo 11, comma 3 del D.Lgs 209/2003, come modificati dal D.Lgs 03/09/2020, n. 119.

Comunicazione Imballaggi

  • Sezione Consorzi:
    • Consorzio nazionale degli imballaggi (CONAI)
    • soggetti di cui all’articolo 221, comma 3, lettere a) e c) del decreto legislativo 152/2006 e s.m.i., per coloro che hanno aderito ai sistemi gestionali ivi previsti
  • Sezione Gestori rifiuti di imballaggio: impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio di cui agli allegati B e C della Parte IV del decreto legislativo 152/2006 e s.m.i.

Comunicazione Rifiuti da Apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)

Tutti i soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE rientranti nel campo di applicazione del decreto legislativo 49/2014 e s.m.i.

Comunicazione Produttori di Apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE)

Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro AEE
Sistemi collettivi di finanziamento iscritti al registro AEE.

Comunicazione Rifiuti urbani e raccolti in convenzione

I soggetti individuati dall’articolo 189, comma 5 del D.Lgs 152/2006 e s.m.i., cioè i soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani (Comune o soggetti da questo delegati).

Attenzione! Da quest’anno, devono compilare la Comunicazione Rifiuti urbani e in convenzione anche i soggetti che, per effetto dell’articolo 198, comma 2-bis del D.Lgs 152/2006, si occupano della raccolta di rifiuti urbani (articolo 183, comma 1, lettera b ter, punto 2) conto terzi presso le utenze non domestiche, limitatamente a tali tipologie.

Modalità di presentazione del MUD

Il MUD deve essere presentato esclusivamente tramite il sito MUD Telematico  (www.mudtelematico.it)  con l’eccezione delle comunicazioni Rifiuti Urbani, Assimilati e Raccolti in Convenzione (viene presentato, esclusivamente per via telematica, tramite il sito MUD Comuni, www.mudcomuni.it.

La trasmissione dei dati può avvenire via telematica o tramite PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it) e della Comunicazione Produttori di Apparecchiature elettriche ed elettroniche (va presentata esclusivamente per via telematica, tramite il sito www.registroaee.it.

Unità locali: quanti MUD?

Deve essere presentato un MUD per ogni unità locale a prescindere dal numero di Comunicazioni; per unità locale si intende la sede presso la quale il dichiarante ha detenuto i rifiuti oggetto della dichiarazione, in relazione alle attività ivi svolte (produzione, deposito preliminare, messa in riserva, recupero/smaltimento, deposito definitivo).

L’unità locale coincide con la sede legale nei casi di soggetti che svolgono attività di solo trasporto o attività di intermediazione e commercio di rifiuti senza detenzione.

MUD Semplificato

I soli produttori iniziali che producono, nella propria unità locale, non più di 7 rifiuti e per ogni rifiuto utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali possono presentare il MUD Semplificato e trasmettere successivamente la modulistica via PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it.

Modifiche ed integrazioni

Eventuali modifiche o integrazioni al MUD previamente inviato possono essere comunicate unicamente attraverso la presentazione di un nuovo MUD, completo anche dei dati già dichiarati, da inviare con le stesse modalità usate per la prima comunicazione.

La presentazione della nuova dichiarazione è sottoposta al nuovo pagamento dei diritti di segreteria e, nel caso sia presentata oltre il termine di scadenza, alle sanzioni previste dalla normativa vigente.

Diritti di segreteria

Le modalità per effettuare i pagamenti relativi ai diritti di segreteria sono disponibili nei portali stessi. 

  • MUD Telematico: il diritto di segreteria ammonta a 10 € per ogni unità Locale dichiarante, indipendentemente dal numero di comunicazioni; il pagamento è solo online attraverso i disponibili tramite la procedura informatica MUD Telematico (pagoPA, Carta di Credito, altri metodi messi a disposizione dalle Camere di Commercio).
  • MUD Semplificato: il diritto di segreteria ammonta a 15,00 € per ogni Unità Locale dichiarante, indipendentemente dal numero di comunicazioni; il pagamento va versato esclusivamente utilizzando il servizio pagoPA con la modalità Avviso di Pagamento seguendo le istruzioni riportate sulla piattaforma di compilazione.
  • MUD Comuni: i diritti di segreteria sono pari a 10,00 € in caso di spedizione telematica e pari a 15,00 € in caso di spedizione via PEC utilizzando le modalità di pagamento indicate sopra
  • AEE: non sono previsti i diritti di segrateria.

MUD 2022: Le novità

Rispetto all’anno 2021, con il DPCM del 17 dicembre 2021 sono state introdotte le seguenti novità, valide per la presentazione del MUD 2022:

  • Inserita nella Sezione Anagrafica una nuova scheda “Riciclaggio” da compilarsi da parte di tutti i soggetti che effettuano operazioni di preparazione per il riutilizzo e/o riciclaggio finale sui rifiuti urbani e/o rifiuti di imballaggio o su rifiuti derivanti da pretrattamenti di rifiuti urbani e/o rifiuti di imballaggio anche di provenienza non urbana, che producono end of waste, materie prime seconde, prodotti e materiali dall’attività di recupero; dato che tali soggetti non avevano in precedenza l’obbligo di quantificare tale categoria di prodotti e la reperibilità dei dati può pertanto essere difficoltosa, nelle istruzioni del MUD 2022 è previsto che il calcolo possa essere effettuato “sulla base della stima realizzata con la migliore accuratezza possibile”
  • Tra i soggetti tenuti alla compilazione e presentazione della Comunicazione Rifiuti Urbani, sono stati inseriti i soggetti che per effetto dell’art. 198, comma 2-bis del Dlgs 152/2006, si occupano della raccolta di rifiuti urbani (art. 183, comma 1, lettera b ter), punto 2) conto terzi presso le utenze non domestiche che hanno scelto di conferire al di fuori del servizio pubblico i propri rifiuti; i soggetti dovranno compilare il “modulo RT-non Pub” (rifiuti raccolti al di fuori del servizio urbano di raccolta) allegato alla scheda RU;
  • La scheda “CG- costi di gestione” della Comunicazione Rifiuti Urbani è stata revisionata per garantire una maggiore facilità nella compilazione: in particolare è stata data la possibilità di inserire valori con tre cifre decimali e di inserire valori negativi ad alcune voci;
  • Sono state apportate integrazioni alle ISTRUZIONI, con particolare riguardo alle indicazioni per la compilazione delle nuove schede implementate e per chiarire meglio la definizione riguardante i rifiuti urbani di cui all’art. 183, comma 1, lettera b ter), punto 2) del Dlgs 152/2006.

MUD: Sanzioni

Il soggetto che non effettua la comunicazione oppure la effettua in modo incompleto o inesatto è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 euro a 10.000 euro.

Qualora la comunicazione sia effettuata oltre il termine ma entro il sessantesimo giorno dalla scadenza dello stesso si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 26 euro a 160 euro.

Comunicazione Veicoli Fuori Uso: il soggetto che non effettua la Comunicazione oppure la effettua in modo incompleto o inesatto, viene punito con la sanzione pecuniaria amministrativa da 3.000 euro a 18.000 euro.

Comunicazione produttori AEE: il produttore che non effettua l’iscrizione al Registro AEE oppure non effettua le Comunicazioni delle informazioni previste, o nel caso le comunichi in modo incompleto o inesatto, è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 euro ad 20.000 euro.

[a cura di: Dott. Luca Ferrari, Dott. Matteo Melli – Syrios Srl]

Ti serve aiuto nella presentazione? Clicca sul pulsante qui sotto!

Pagine a cura di:

Via M. Teresa di Calcutta, 4/E
46023 Gonzaga (Mantova)
www.syrios.it - info@syrios.it


Approfitta dei nostri corsi online!

Vai alla pagina dedicata

Corsi online | Massima semplicità
tempi di attivazione immediati


I nostri servizi

    • Domande di autorizzazione emissioni
    • Domande di AUA
    • Controllo emissioni in atmosfera
    • Presentazione MUD
    • Consulenza rifiuti
    • Consulenza REACH e sostanze pericolose
    • Certificazione ISO 14001
       


Le nostre attività

Approfitta dei nostri corsi online!

Vai alla pagina dedicata

Corsi online | Massima semplicità
tempi di attivazione immediati


Tutte le notizie