Salute e sicurezza – Contributi in conto capitale

L’Inail finanzia in conto capitale le spese sostenute per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.

Destinatari

I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

Progetti ammissibili

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto:

  1. Progetti di investimento
  2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
  3. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto
  4. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

Progetti di investimento

Si intendono progetti mirati alla riduzione di specifici fattori di rischio, quali rumore, rischi chimici, rischi di caduta dall’alto, ecc. Seguono alcuni esempi.

  • Ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici collegati;
  • Sostituzione di macchine o attrazzature obsolete/pericolose;
  • Acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati
  • Installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici;
  • Installazione o modifica di impianti di aspirazione o di immissione forzata dell’aria.

Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

  • Sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro
  • Modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del d.lgs. 81/08 anche asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 2:2013 per il settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile
  • Modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del d.lgs. 81/08 anche asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 22:2016 per il settore dei servizi ambientali territoriali
  • Modello organizzativo e gestionale conforme all’art. 30 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i anche secondo le procedure semplificate di cui al DM 13/2/2014
  • Sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000
  • Modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente

Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

  • Rimozione di coperture o altri materiali contenenti amianto

Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività

Progetti mirati alla riduzione di specifici fattori di rischio, quali taglio, cesoiamento, ustione, caduta, ecc.

Contributi

Il contributo, pari al 65% dell’investimento, fino a un massimo di 130.000 euro (50.000 euro per i progetti di cui al punto 4), viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito (es. gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea).

Procedura

Prima fase: inserimento online della domanda e download del codice identificativo
Dal 19 aprile 2017, fino al 5 giugno 2017, sarà possibile:

  • effettuare simulazioni relative al progetto da presentare;
  • verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;
  • salvare la domanda inserita;
  • effettuare la registrazione della propria domanda.

Dal 12 giugno 2017 le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità potranno effettuare il download del proprio codice identificativo.

Seconda fase: invio del codice identificativo (click-day)
Nel giorno del “click day” le imprese potranno inviare la propria domanda.
Le date e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande, saranno pubblicati sul sito Inail a partire dal 12 giugno 2017.

Terza fase: invio della documentazione a completamento della domanda
Le imprese collocate in posizione utile per il finanziamento dovranno far pervenire all’Inail, entro e non oltre il termine di trenta giorni decorrente dal giorno successivo a quello di perfezionamento della formale comunicazione degli elenchi cronologici, la copia della domanda telematica generata dal sistema e tutti gli altri documenti, indicati nell’Avviso pubblico, per la specifica tipologia di progetto.

Vedi: Avviso ISI INAIL 2016

Fonte: inail.it